Avola, sostenibilità: Green Drinking di primavera e orto-gioco in città

Abbiamo consapevolezza che le sfide che l’agricoltura moderna deve affrontare non possono prescindere dal contributo che i cittadini possono dare attraverso il proprio stile di vita e i propri comportamenti alimentari. Consumare prodotti a km 0 fa parte di uno stile di vita di un consumatore sempre più attento alla propria salute e quindi alla qualità del cibo e alle tematiche ambientali. Coltivare l’orto può assumere un dimensione sociale attraverso politiche locali di promozione di terreni condivisi che al contempo possono favorire il senso di comunità e unità sociale.

L’appuntamento mensile con la sostenibilità in aprile è quindi dedicato al tema dell’agricoltura in Città: esperienze di Orticoltura nel Vivere Moderno all’Ombra dei Palazzi e della Crisi Economica; terreni condivisi, tetti verdi, orti verticali e progetti come l’Orto-gioco per i più piccoli, sono esempi di un’agricoltura urbana, che guidano la nostra ricerca nella direzione di nuove soluzioni per la Città e la Casa all’insegna della sostenibilità.

“Perchè siamo dell’idea che il fenomeno globale di trasformare le proprie terrazze in campi coltivati, a cui stiamo assistendo anche nelle grandi città, non si possa liquidare come un fenomeno di costume… una moda, una tendenza o ancora peggio una necessità dettata dalla crisi economica…. “ questa la riflessione l’arch. Francesca Pedalino, direttore del dipartimento Ambiente dell’INBAR-Siracusa, curatrice dell’evento.

Di tutto questo ed altro ancora si converserà venerdì prossimo ad Avola presso i locali della Biblioteca comunale durante il Green Drinks fissato per le 18.00.
 


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo