In tendenza

Avola, querelle sulle modifiche al regolamento delle rateizzazioni, Alia: “incomprensibile la ricerca del primato a tutti i costi”

Alia sostiene che degli emendamenti  proposti dall'opposizione cui si fa riferimento nelle dichiarazioni di Campisi non vi è traccia negli atti del civico consesso

Si aggiunge un ultimo capitolo alla querelle tra i due consiglieri, uno di maggioranza e uno di opposizione, relativamente alla rateizzazione dei tributi locali. Alessia Alia e Antonino Campisi continuano, infatti, un serrato botta e risposta. Stavolta è Alessia Alia a rispondere a Campisi:

Leggere dalla stampa che le mie dichiarazioni siano infondate mi lascia basita. Ribadisco che le modifiche al regolamento delle rateizzazioni non sono state frutto di casualità, ma ampiamente concordate con gli Uffici preposti, il cui compito è anche quello di lavorare costantemente ai regolamenti per renderli pienamente funzionali, e formalizzate o per essere più chiari messe nero su bianco in data 06/04/2023, come da email di pari data, senza l’intervento di nessun Santo“.

Alia, poi, chiarisce che degli emendamenti  proposti dall’opposizione cui si fa riferimento nelle dichiarazioni di Campisi non vi è traccia negli atti del civico consesso:

Lungi da me la volontà di alimentare sterili polemiche, trovo tuttavia incomprensibile la ricerca del primato a tutti i costi che trasuda dall’articolo, senza parlare poi, scendendo nei dettagli, il riferimento a non meglio precisati emendamenti presentanti dell’opposizione sull’argomento rateizzazioni, che invero non sono stati mai formalizzati nè tanto meno votati, come inequivocabilmente risulta dagli atti del Consiglio Comunale. Concludo infine ribadendo il principio che bisogna lavorare, qualora venissero ravvisate ulteriori criticità al regolamento sulle rateizzazioni, per migliorarlo ulteriormente nell’interesse esclusivo dei cittadini avolesi, evitando che il confronto, sempre ed in ogni caso gradito, scada in una polemica sterile e persino inutile“.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni