Covid, 30 nuovi positivi a Siracusa e provincia nelle ultime 24 ore

Processo “Tutti a t’Avola”: udienza rinviata al 23 novembre

Prevista la replica del Pm

Un’udienza “fiume” quella di oggi relativa all’inchiesta “Tutti a t’Avola”. Ascoltati i difensori degli imputati che, a vario titolo, sono coinvolti: amministratori, dipendenti e imprenditori del Comune di Avola e dirigenti del Comune di Siracusa con ipotesi di reato che vanno dalla truffa alla turbativa d’asta, al falso ideologico, alla turbata libertà degli incanti.

Il Giudice si pronuncerà lunedì prossimo sul “non luogo a procedere” chiesto dal Pubblico Ministero nei confronti del più “illustre” tra i 18 coinvolti, il primo cittadino avolese, Luca Cannata. Al sindaco di Avola era contestato, nello specifico, il concorso in falso ideologico, ma il Pm non ha ravvisato la sussistenza di elementi per procedere al giudizio dibattimentale del processo chiedendo il non luogo a procedere. Sempre lunedì prevista la replica del Pm alle difese e la successiva replica dei difensori.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo