Covid, 30 nuovi positivi a Siracusa e provincia nelle ultime 24 ore

Pena ridotta per Paolo Zagarella, agente avolese della Polizia penitenziaria accusato di favorire i detenuti in carcere

Accolte le censure dell'avvocato dell'imputato che hanno portato a far cadere l'aggravante mafiosa per aver favorito esponenti della criminalità organizzata

Il 21 ottobre scorso la Corte di Appello di Catania nel processo penale a carico dell’Assistente Capo della Polizia Penitenziaria Paolo Zagarella, che prestava servizio nella Casa Circondariale di Cavadonna con la qualifica di Coordinatore, ha ridotto la pena a quest’ultimo a 4 anni e 8 mesi.

Zagarella venne arrestato il 18 giugno 2019 al termine di un’indagine del Pm Gaetano Bono, coordinata dal sostituto Fabio Scavone, con l’accusa di corruzione per atti contrari ai doveri d’ufficio, peculato e false attestazioni. L’agente di Polizia penitenziaria al termine del primo grado di giudizio fu condannato alla pena di 7 anni e 4 mesi di reclusione.

Sentenza adesso riformata in Appello. Sono state infatti accolte le censure difensive presentate dal difensore dell’imputato, l’avvocato Antonino Campisi che nel secondo grado di giudizio ha portato la corte a far decadere l’aggravante mafiosa per aver favorito esponenti della criminalità organizzata. “Le condotte poste in essere dallo Zagarella – commenta il legale – non hanno agevolato o favorito nessuna associazione malavitosa. Le stesse sono state poste in essere in modo ingenuo e prive di quella coscienza e volontà a delinquere, queste sono state le osservazioni evidenziate dalla difesa.”

Al termine della decisione della Corte d’Appello l’avvocato Campisi ha deciso di depositare istanza per ottenere gli arresti domiciliari per il proprio assistito, che nella giornata di ieri sono stati concessi dall’organo giudiziario. “Così le cose – conclude l’avvocato Campisi – dopo che lo Zagarella avrà scontato la sua pena in casa, potrebbe avere la possibilità di ritornare ad indossare la sua tanto amata divisa.”


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo