In tendenza

“Il presepio vivente di Avola antica” di Rizzetto riceve il patrocinio dell’Istituto oncologico veneto

Nel futuro, l'autrice Marilisa Rizzetto sogna un gemellaggio tra il "presepe di sabbia" di Jesolo, sua città natale, e quello di Cavagrande del Cassibile

Il volume che racconta in immagini la particolare atmosfera del celebre presepe vivente di Cavagrande del Cassibile riceve un prestigioso patrocinio: quello dello IOV padovano.

“Il presepio vivente di Avola Antica”, pubblicato a ridosso delle festività natalizie, è nato, nell’idea dell’autrice, con lo scopo di far rivivere i momenti salienti della storica manifestazione che nel 2020, a causa della pandemia, purtroppo non ha avuto luogo. Non solo:  sin dall’inizio, l’intento di Marilisa Rizzetto, la giovane jesolana incantata dalla magia del presepe avolese (che ogni anno richiama migliaia di visitatori) ha deciso di raccogliere le foto più belle scattate due anni durante la sua permanenza in città e di unire a ciò anche un fine benefico

La sua volontà è stata, infatti, quella di devolvere tutto il ricavato delle vendite proprio allo Iov, Istituto Oncologico Veneto di Padova, che nei giorni scorsi ha infine dato il suo ok nel patrocinare l’iniziativa.

Il libro dell’autrice è disponibile nelle piattaforme online; già tradotto in francese, inglese e tedesco, presto sarà tradotto anche in lingua russa ed araba

Nel futuro, Marilisa Rizzetto sogna un gemellaggio tra il “presepe di sabbia” di Jesolo, sua città natale, e quello di Cavagrande del Cassibile.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo