Coronavirus: “Avolesi nel Mondo” dona camici protettivi all’ospedale Di Maria di Avola

Chiunque può ancora contribuire  per effettuare altre donazioni al Di Maria

Un grande gesto di solidarietà nei confronti della collettività e, soprattutto, del personale sanitario dell’ospedale Di Maria. L’associazione “Avolesi nel Mondo” ha donato 83 camici protettivi (del valore di 500 euro) al pronto soccorso avolese.

Una decisione presa insieme con il direttivo per supportare il personale sanitario del pronto soccorso del Di Maria in questo momento critico di emergenza”. Dice Grazia Maria Schirinà, presidentessa dell’associazione. “In questa situazione drammatica, che stiamo vivendo tutti, abbiamo sentito il bisogno di contribuire ad alleviare le difficoltà degli operatori sanitari in trincea  – continua Schirinà – per fronteggiare “a mani nude “ un nemico così insidioso, perché molto contagioso e invisibile, questo Covid 19. Abbiamo pertanto, per essere tempestivi e concreti, fatto pervenire agli operatori sanitari del pronto soccorso di Avola 83 camici protettivi per un totale di €500.00”. Un aiuto pronto e concreto, dunque, da parte dell’associazione.

Un’ iniziativa che è partita da noi, ma anche altre realtà si stanno muovendo e vorremmo essere da sprone anche per altri. Abbiamo sentito gli operatori sanitari e ci è stato detto che avevano assoluta necessità di materiale di consumo , soprattutto  tute e  occhiali – continua Schirinà –  Così ci siamo attivati per poter effettuare una donazione con la cifra che avevamo già a nostra disposizione, ma non termina qui”. Si tratta, infatti, di una prima donazione, ma chiunque, oltre agli associati, voglia collaborare, potrà fare un versamento “ Circa le modalità, potete effettuare un bonifico alla nostra associazione con la causale vincolante: emergenza pro ospedale di Avola. In base alla cifra raccolta sarà consegnato altro materiale di prima necessità. L’iban è:IT22U0503684630CC0341241705

La nostra associazione, dal mese di gennaio 2020, è una onlus, quindi il donatore potrà detrarre, se vorrà, a fini fiscali, il proprio contributo”.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo