Ci sono siciliani al Nord Italia che per motivi di salute non possono tornare a casa, tra questi un paziente di Avola

Anche un avolese è bloccato in Lombardia. Per affrontare le spese di alloggio, Udicon ha chiesto l'intervento dell'assessore Regionale Marco Falcone

Sono trenta circa i siciliani che, per motivi di salute, hanno dovuto lasciare l’isola e non possono tornare a causa delle misure imposte dal Governo Regionale e Nazionale per il contenimento della epidemia di Covid-19. Tra i trenta anche un avolese, insieme con la sua famiglia, da oltre un mese in Lombardia dove ha subito un intervento chirurgico e che, come tutti gli altri, adesso non può tornare a casa.

A sollevare il problema è l’Udicon Avola. “Prima che scoppiasse questa vicenda, 30 pazienti hanno lasciato la Sicilia per sottoporsi a cure specifiche nel Nord Italia – si legge in una nota diffusa da Udicon Avola – Ora si trovano in aree cosiddette zone “rosse”, quindi persone non residenti nelle aree di cui sopra , che in coscienza e per senso civico decidono di rimanere in tali zone affrontando per un periodo limitato spese di alloggio non indifferenti essendo altresì nostri associati ci chiedono se verranno tutelati e comunque aiutati economicamente a sostenere questo enorme fardello economico di trovarsi fuori regione e non poter tornare nelle proprie case in Sicilia”.

Per tutti loro, dunque, Udicon Avola chiede “che queste persone che hanno scelto di non muoversi o sono impossibilitati a rientrare siamo aiutati anche con un sostegno economico visto che sono costretti a pagarsi di tasca propria l’alloggio”. Il caso è stato posto all’attenzione dell’assessore regionale Infrastrutture e Mobilità Marco Falcone e ora Udicon sta monitorando gli sviluppi.

Non solo: Udicon, infatti, ha posto all’attenzione dell’assessore Falcone anche il problema sollevato da commercianti e gestori di attività “che in un modo o nell’altro si vedono toccati dal decreto oltre ad essere come già detto “commercianti” o “imprenditori “ sono a loro volta dei consumatori da tutelare , molti di loro mi chiedono se sono previste misure di sostegno per il pagamento di tasse e tributi a livello locale /nazionale visto il fortissimo calo degli incassi”.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo