Cerimonia per i “Fatti di Avola”. Le sorelle Scibilia: “Aspettiamo ancora che sia fatta giustizia”

Nessun processo è stato mai celebrato e, dunque, nessun colpevole per la morte dei due braccianti. Gli atti relativi alla vicenda, infatti, non sono mai stati desecretati

Una doppia cerimonia stamattina per ricordare, a 51 anni di distanza, i “Fatti di Avola”: un primo momento alla stele, il monumento eretto sulla strada provinciale, là dove morirono Angelo Sigona e Giuseppe Scibilia, i due braccianti caduti durante la carica della Polizia in quel tragico 2 dicembre 1968 e un secondo al piano terra del Municipio, dove una targa ricorda i “Fatti di Avola” .

Erano presenti il primo cittadino avolese, Luca Cannata, il sindaco di Noto Corrado Bonfanti, i rappresentanti delle forze dell’ordine (Arma dei Carabinieri, Polizia di Stato, Guardia di Finanza, Polizia Municipale di Avola)i rappresentanti delle sigle sindacali Cgil, Cisl, Uil, (Roberto Alosi, Paolo Sanzaro e Saveria Corallo) l’Anpi (che ha anche organizzato insieme con il Majorana una tavola rotonda) e i ragazzi del Bianca/Vittorini che, in queste settimane, stanno sviluppando un progetto promosso dal Mibac e per il quale realizzeranno un video reportage. “Sono passati 51 anni ma non abbiamo ancora potuto conoscere la verità su quel terribile giorno in cui nostro padre, un brav’uomo, un lavoratore onesto, ha perso così tragicamente la vita”.

Sono le parole delle sorelle Scibilia, figlie di Giuseppe, uno dei due caduti, che dalla morte del loro papà non hanno mai smesso di chiedere giustizia. Nessun processo è stato mai celebrato e, dunque, nessun colpevole per la morte dei due braccianti. Gli atti relativi alla vicenda, infatti, non sono mai stati desecretati. “Ci fa soffrire ancora enormemente questa ingiustizia, un fardello che ci portiamo dentro da sempre – continuano le due sorelle –  Ancora oggi non sappiamo di chi siamo vittime. È il nostro rammarico più grande, nostro padre ci manca tutti i giorni


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo