Cala il sipario sulla seconda edizione della festa della “mandorla e del nero d’Avola”

La kermesse si riconferma appuntamento fisso nel cartellone estivo del Comune

Un appuntamento ben riuscito per una manifestazione in cui, puntando sulle eccellenze e nell’ottica della diversificazione dell’offerta nel cartellone estivo avolese, l’attenzione è stata posta alla valorizzazione dei nostri prodotti”. Commenta così la manifestazione, conclusasi ieri, il primo cittadino avolese, Luca Cannata. Un’edizione che ha avuto un ottimo riscontro di pubblico in entrambi i giorni dell’evento, presentati da Carmen Attardi.

Anche ieri è stato, infatti, bissato il successo della prima sera, con un numeroso pubblico che ha affollato gli stand di “Strade del vino del Val di Noto” e delle degustazioni di prodotti di mandorla. Ieri, sul palco, si sono avvicendati gli chef Paolo Fugali, Sebastiano Bafumi, Luciano Coletta, Simone Balbo e Alessandro Miceli, che hanno proposto un inusuale  menù con prodotti a “Km 0” e con l’utilizzo di materie prime come il “ficupala”, oltre al pesce, alla carne e alle immancabili mandorle e al vino. Sul palco anche una “eccellenza da esportazione”, il “putiaro” Massimo Dell’Albani, in partenza per il Regno Unito dove sarà ambasciatore delle tradizioni avolesi per un importante produttore locale.

Molto ricco, infine, anche nell’ultima sera,  il parterre di ospiti legati al mondo del giornalismo enogastronomico: Michelangero Mascellaro, Giusi Vaccaro, Anna Ferro, Sara Drilli Barone e Federica Genovese. Tanti, poi, tra turisti e residenti, hanno approfittato per visitare il Museo della mandorla e delle tradizioni locali che, in occasione della festa, ha prolungato l’orario di visite con tour gratuiti e guidati a cura del consorzio della mandorla di Avola e con la dottoressa Sonia Limpido. A chiudere ufficialmente la kermesse, il momento musicale con “Donny e Dressblue”.

Un incredibile risultato – dice l’assessore alle politiche agricole Antonio Orlando – tantissimi tra avolesi e turisti hanno raccolto l’invito e hanno preso parte alla manifestazione, appuntamento fisso del cartellone degli eventi estivi. Da parte mia un doveroso ringraziamento a tutti coloro che hanno permesso la buona riuscita della festa: dal dirigente scolastico Navanteri, all’associazione Strada del Vino, agli chef, alla rete di imprese, ai food blogger e a tutti i collaboratori

 


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo