Avola, uno “spazio gioco” comunale al plesso “Collodi”

Terminati i lavori di adeguamento della struttura. Si attende, adesso, che il comune capofila del distretto socio sanitario attivi la procedura di acquisto delle attrezzature

Una struttura destinata ad accogliere le attività dedicate ai più piccoli nel plesso Collodi: lo “spazio gioco” comunale prende forma. Sarà ospitata nell’edificio di via Galeno (che prima ospitava uffici dell’ente) la nuova area realizzata grazie al piano di intervento “Pac infanzia” del distretto socio sanitario D46 e per il quale il Comune di Avola ha ottenuto un finanziamento. “Lo “spazio gioco”, insieme con la scuola comunale per l’infanzia Baden Powell che ha riaperto i battenti poche settimane fa – dicono il primo cittadino Luca Cannata e l’assessore alle politiche sociali e istruzione Simona Caldararo –  rappresenta un’ulteriore servizio sul territorio per le famiglie erogato dal Comune sempre con il piano di intervento del distretto socio sanitario D46”.

Al momento sono stati conclusi i lavori di adeguamento della struttura. Sono stati dismessi i cavi esterni e interni delle vecchie linee elettriche e telefoniche, divelto un condizionatore non funzionante, sono stati adeguati i servizi igienici, liberati gli scarichi intasati e riparate anche le infiltrazioni del terrazzo e terminata, infine, la pitturazione degli spazi. Il prossimo passo riguarda la procedura di acquisto delle attrezzature (per cui si dovrà attivare Noto, Comune capofila del distretto D46).

Gli arredi per i quali è stata avanzata richiesta di finanziamento saranno utili alla predisposizione dei “setting educativi” e per i veri e propri allestimenti funzionali per lo svolgimento delle attività didattico/educative. Per l’amministrazione non ci saranno impegni sul bilancio comunale.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo