Avola, un gruppo di giovani ripulisce la spiaggia del borgo marinaro

A raccontare la bella storia di civiltà e amore per l'ambiente e per il proprio territorio è stata la rete di imprese turistiche “Avola tra mare e canyon”

Ad Avola l’educazione civica è …contagiosa. Dopo l’iniziativa della docente del Majorana che domenica scorsa ha ripulito l’arenile di Tremoli, ieri è toccato alla spiaggia del borgo marinaro essere al centro dell’attenzione. Stavolta, l’idea di pulire la spiaggia è partita da un gruppo di giovani avolesi, “capitanati” da Rosita Trovato.

La ragazza, dopo aver visto le condizioni di Mare Vecchio, ricoperta di rifiuti di ogni genere (trascinati in spiaggia dalle piogge che si sono abbattute nel sud est nei giorni scorsi), ha deciso di rimboccarsi le maniche e ha chiamato a raccolta le sue amiche Giuliana Gervaso ed Elisa Lombardo. In tre, dunque,  hanno iniziato a riempire sacchi di immondizia. Durante la giornata, poi, si sono uniti anche altri cinque amici: Federico, Deborah e Salvatore Rossitto, Manuel Muccio e Santina Trovato. Sono stati raccolti materiali plastici, vecchi giocattoli, lattine, bidoni e altro ancora

A fine giornata, a portare via tutti i sacchi, è stata la ditta Dusty, chiamata proprio dagli stessi ragazzi. A raccontare la bella storia di civiltà e amore per l’ambiente e per il proprio territorio è stata la rete di imprese turistiche “Avola tra mare e canyon” che ha diffuso le foto dei ragazzi a lavoro.

Un gruppo di ragazzi Avolesi con tanta voglia di fare e con un’educazione civica esemplare, hanno ripulito la spiaggia del Borgo Marinaro da detriti, plastiche e materiale vario lasciato dalle mareggiate e dallo scarso senso civico. Gesti da emulare che non finiremo mai di sponsorizzare e condividere. Complimenti!” si legge sul profilo facebook della rete. La “comitiva del borgo marinaro” non si fermerà qui. Rosita, infatti, fa sapere che è intenzione del suo affiatato e instancabile gruppo di continuare a pulire le altre spiagge avolesi.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo