Avola, un allenatore australiano di football la vittima dell’incidente di ieri

Si tratta di Jake Ryan, allenatore, ex giocatore e speaker radiofonico molto conosciuto nella sua terra d'origine

La notizia, tanto tragica quanto inaspettata, ha sconvolto una nazione intera e da diverse ore sui siti sportivi di informazione australiana non si parla d’altro. Jake Ryan, il 39enne  morto ieri mattina per una tragica fatalità sulla linea ferroviaria Avola Noto, era, infatti, un famoso ex giocatore e allenatore di football.

Nato nel Queensland, viveva tra l’Australia e il Texas, ed era un personaggio televisivo e radiofonico molto conosciuto nella sua terra d’origine. Giovanissimo, era improvvisamente divenuto famoso per un’altra terribile notizia di cronaca internazionale. Lo sportivo australiano, assieme al fratello Mitchell, era infatti scampato miracolosamente all’attentato terroristico in Indonesia del 2002 che fece oltre 200 morti e, tra questi, ben 5 compagni di squadra di Jake.

Il giorno prima della sua morte, sui suoi canali social, Ryan aveva pubblicato una foto relativa all’attentato di 18 anni prima, del quale, appunto ricorreva l’anniversario. L’uomo, in Italia da qualche giorno, si stava godendo un periodo di vacanza, ma non aveva voluto rinunciare al suo amato jogging mattutino. Così, uscito dalla struttura ricettiva dove era ospite (in aperta campagna, tra Avola e Noto) aveva iniziato a correre, con gli auricolari alle orecchie e, forse, proprio questa disattenzione gli è costata la vita. Correndo accanto ai binari, non si è reso conto del treno che stava arrivando alle sue spalle e che, purtroppo, lo ha centrato, spezzandogli la vita.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo