Avola, tutti con il naso all’insù per i fuochi d’artificio sul mare

Lo spettacolo (che generalmente ha come sfondo la piazza centrale di Avola) ha richiamato ieri sul litorale  grandi e piccoli

Il tradizionale appuntamento dei fuochi d’artificio in onore di Santa Venera, patrona della città, ha stupito gli spettatori con un mix di luci e colori nell’inconsueto scenario della rotonda sul mare a Tremoli.

Lo spettacolo (che generalmente ha come sfondo la piazza centrale di Avola) ha affascinato grazie a forme e colori che gli organizzatori hanno creato, in cielo e in mare, con effetti pirotecnici che hanno tenuto con il naso all’insù gli sguardi degli spettatori che si trovava al lungomare, nel rispetto delle regole antiassembramento dettato dalle misure anti Covid, a passeggio lungo l’isola pedonale.

I festeggiamenti in onore della Santa, dopo la messa con l’offerta del cero votivo alla patrona da parte del sindaco Cannata, a nome dell’intera comunità, sono proseguiti con la banda musicale diretta dal maestro Bell’Arte che ha eseguito, in giro per la città, marce sinfoniche e festose. Appuntamento con la banda anche oggi, sul sagrato della chiesa di Santa Venera, tornata pienamente fruibile dopo un lungo restauro.

Ha arricchito il pomeriggio di festa anche una sfilata di auto d’epoca organizzata dall’associazione “volante storico” di Siracusa. Molto attesa, poi, la processione al mare del nuovo simulacro della santa per l’Ottava, che avrà luogo la prossima domenica.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo