Avola, tentò di rubare un ciclomotore: rimesso in libertà

Si tratta del ventiquattrenne avolese Lamloumi Samyr, già noto alle forze dell'ordine

Rimesso in libertà il noto pluripregiudicato avolese Lamloumi Samyr. L’uomo, arrestato sabato 29 agosto in quanto ritenuto responsabile del reato di tentato furto aggravato in concorso di un ciclomotore Piaggio a Fontane Bianche, era sottoposto alla misura cautelare degli arresti domiciliari.

A seguito della convalida dell’arresto operata dal giudice monocratico di Siracusa, Salvatore Ettore Cavallaro, il ventiquattrenne avolese è stato ammesso al regime dell’obbligo di presentazione alla Pg.

Il giudice, contrariamente alla richiesta del pubblico ministero (Gaetano Bono) che aveva chiesto la misura della custodia in carcere, ha, infatti, deciso per la immediata scarcerazione di Lamloumi.

Prendendo le mosse dalla confessione resa in sede di dichiarazioni spontanee e sulle argomentazioni espletate del difensore, l’avvocato Natale Vaccarisi (e a seguito del termine a difesa richiesto) ha aggiornato il processo per direttissima al 21 ottobre 2020.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo