In tendenza

Avola, Sul tavolo dell’Anticorruzione la scelta del Comune sugli appalti

Finisce sul tavolo dell’Anac (Autorità Nazionale Anticorruzione), inviata dai consiglieri del Pd Inturri e Caldarella, la delibera approvata il 31 marzo scorso dal Consiglio comunale di Avola, quella con cui è stata revocata l’adesione alla centrale di committenza per gli appalti Asmel.

Nella Seduta consiliare in questione, Inturri e Caldarella, segnalarono che tra le condizioni avanzate dalla nuova centrale di committenza, la Tirreno Ecosviluppo 2000, c’è il pagamento, a carico delle imprese, dell’1,5 % dell’importo aggiudicato, clausola ritenuta eccessiva. Per questo il consigliere Inturri espresse voto contrario sull’emendamento, proponendo di eliminare dal testo della delibera la commissione a carico delle imprese, ma la maggioranza votò ugualmente il provvedimento. Da qui la decisione di spedire la delibera all’Anac.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo