Avola, studenti del Majorana “in missione” in Spagna per il progetto transnazionale Erasmus+ KA2

Un progetto nato per comprendere il valore della diversità come strumento di coesione tra i popoli

Venti studenti delle sezioni Tecnico, professionale per i servizi Enogastronomici e Liceo dell’istituto avolese Majorana (partner del progetto europeo insieme con la Germania, la Spagna e la Lettonia) stanno lavorando con altrettanti studenti di ognuna delle scuole partner sull’importante e quanto mai attuale problematica delle differenze di genere.

Attualmente 8 studenti e 2 docenti accompagnatori del team di progetto, coordinato dalla prof.ssa Dorotea Caldarella e fortemente voluto dal Dirigente Scolastico, Fabio Navanteri, si trovano a Huelva (Spagna) per la 3 mobilità del progetto, ospitati per una settimana dalle famiglie dei loro peers con i quali parteciperanno ad incontri formativi e a seminari presso l’Università di Huelva, confrontandosi sulla tematica delle differenze di genere tra i partner di progetto.

Lunedì le delegazioni sono state ricevuta dal Sindaco della città e dal provveditore agli studi, Dipartimento progetti europei, che ha sottolineato l’importanza della partecipazione degli Stati membri al programma Erasmus+ per comprendere il valore della diversità come strumento di coesione tra i popoli. In particolare, gli studenti del Majorana esporranno i lavori multimediali da loro prodotti con la guida del team di docenti, una presentazione su Educare alle differenze di genere nel sistema di istruzione italiano, video intervista da loro realizzata all’attrice Miriam Aurora Scala per approfondire la vicenda di Franca Viola, la “svergognata di Alcamo”, prima donna in Italia a rifiutare il matrimonio riparatore e una presentazione della città di Avola.

Il progetto Erasmus+, di durata biennale, rientra nell’ambito delle attività formative dell’IIS Majorana, che vanta a tutt’oggi ben 6 progetti Erasmus+, che hanno visto coinvolti circa 100 studenti dell’Istituto, i quali hanno l’opportunità di arricchire le loro competenze linguistiche e di cittadinanza attiva europea. Gli studenti e i docenti rientreranno ad Avola il 17 novembre; “Prossima tappa Lettonia, dove ci aspettano altre importanti sfide” dice la referente Caldarella. Gli studenti partecipanti sono Luca Papa, Diletta Dugo, Benedetta Lentini, Sebastiano Amore, Alisea Carnemolla, Eduard Nalbantu, Ines Zocco e Diana Bordonaro; i docenti accompagnatori proff. Di Maria Corrado e Calì Massimo


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo