Avola, stasera secondo appuntamento per la festa della mandorla e del nero d’Avola

Rigide misure di sicurezza. Stasera showcooking, presentazione del libro "Donna fugata" e degustazioni

Iniziata ieri, con una tavola rotonda dedicata alla “de.co”  la manifestazione che vede protagoniste due eccellenze del territorio, la mandorla e il vino, promossa dal Comune di Avola. Grande protagonista ieri la mandorla di Avola e la necessità di una  tutela ancora più incisiva per questo straordinario prodotto del territorio avolese.

La deputata all’Ars Rossana Cannata ha illustrato il disegno di legge che prevede l’istituzione del Registro regionale dei comuni con prodotti De.co., (denominazione comunale di origine) per promuovere, valorizzare e tutelare tutti i prodotti e le eccellenze made in Sicily. Si tratta di un riconoscimento che viene attribuito dalle amministrazioni comunali. La De.co, stabilita da apposita commissione,  dimostra l’origine locale del prodotto, ne racconta e fissa la sua composizione e ne garantisce gli ingredienti ai produttori del territorio e ai consumatori.

Alla tavola rotonda, ricca di spunti anche da parte della platea e moderata da Carmen Attardi, hanno partecipato, tra gli altri, il dirigente del Comune di Avola Carmelo Macauda, Frankie Terranova, Strada del Vino del Val di Noto, l’assessore al Turismo Giuseppe Costanzo.

Ad arricchire la serata, la degustazione di panini di “O scialè”, uno show cooking a cura degli studenti del Majorana, con il docente Livio Monterosso e la partecipazione della giornalista Gianna Bozzali e la Banda di Avola.

Ingresso alla manifestazione rigorosamente contingentato e su prenotazione, con misure di sicurezza adottate grazie alla collaborazione di Croce rossa italiana e protezione civile.

Stasera appuntamento con la cultura e la musica. Sarà presentato, infatti, il libro “Donna fugata” di Costanza Di Quattro,  in un momento a cura del cantautore Mario Incudine e dell’attrice Aurora Miriam Scala. Interverrà anche il maestro Antonio Vasta. Ci sarà spazio per uno show cooking a cura di Massimo dell’Albani, la degustazione di arancini al nero d’Avola preparati dallo chef Paolo Piccione,  oltre, naturalmente, al tavolo delle degustazioni di vini delle cantine del Val di Noto e di prodotti di mandorla delle aziende del territorio. Per tutta la durata dell’evento, sarà aperto al pubblico anche il museo della mandorla e delle tradizioni agricole avolesi.

Ingresso su prenotazione


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo