Avola, si ferma il sogno di Gioacchino Tiralongo a Masterchef

Il giovane avolese torna a casa con un ricco bagaglio umano e professionale

Un pregiudizio del trio Cannavacciuolo, Barbieri e Locatelli sulla stesura della pasta fresca ha determinato la bocciatura del giovane avolese nella popolare trasmissione televisiva di Sky. Si ferma, dunque, presto l’avventura di Gioacchino Tiralongo a Masterchef. Resta, però, la grande soddisfazione di avere sbaragliato una spietata concorrenza nelle fasi di accesso allo show (erano circa  40 mila  gli aspiranti chef di questa edizione).

Per Gioacchino, che torna a casa con un ricco bagaglio di esperienza umana e professionale, le soddisfazioni non sono terminate. Appena rientrato sull’isola, infatti, ha cucinato per il campione del mondo di karate Luigi Busà e ha ricevuto un inaspettato video dal campione Totò Schillaci, protagonista delle “notti magiche” di Italia 90, che lo ha notato a Masterchef e ha voluto complimentarsi per le ricette presentare ai giudici: “spero che tu possa cucinare per me a Palermo”.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo