In tendenza

Avola, Roccaro (Ms-Fiamma Nazionale): “abolire il gettone di presenza dei consiglieri comunali? a parole sono tutti favorevoli”

Riceviamo e pubblichiamo integralmente una nota di Pietro Roccaro, responsabile provinciale di MS Fiamma Nazionale, in merito all’abolizione del gettone di presenza dei consiglieri comunali.

Quando la politica cesserà di essere retribuita con gettoni di presenza o stipendi, allora molti di quelli che ipocritamente si vantano di “essere prestati alla politica per puro spirito di servizio e nient’altro” o che “non hanno bisogno dei gettoni di presenza perchè vivono del loro lavoro” troveranno le più svariate scusanti per ritirarsi a vita privata. In realtà nessuno vuole rinunciare a questo gettone, perchè se così fosse basterebbe che i consiglieri comunali tutti (maggioranza e opposizione) lo destinassero per aiutare le famiglie che stanno vivendo a causa della grave crisi in gravi condizioni di difficoltà economica.

Credo che in realtà la politica avolese da anni a corto di vere proposte ogni tanto tiri fuori dal cilindro questo argomento, sapendo che tra una assenza strategica o uscite dall’aula in massa , non si arrivi mai al numero legale per approvare tale proposta. Ancora mi ricordo di quando la proposi io, inserendola per iscritto nel mio programma della Fiamma Tricolore (abolizione dei gettoni di presenza per i consiglieri comunali) che presentai agli altri alleati della coalizione che sosteneva Albino Di Giovanni sindaco (amministrative del 2012) e ancora oggi sono in attesa di sapere cosa ne hanno fatto di quella mia proposta (anche se dal silenzio ricevuto potevo già immaginare quale fosse stata la risposta).

Le cose, quando si vogliono fare, si fanno punto e basta. Volete destinare il vostro gettone a chi ha più bisogno? E allora fatelo! Tutto questo polemizzare mi sembra solo il tentativo di cercare di distrarre i cittadini dai veri e gravissimi problemi di questo paese sempre più complicato, che vanno dal depuratore, che pur essendo stato inaugurato da qualche mese già perde pezzi, fino alle nostre strade piene di buche causate dall’incuria del tempo e soprattutto dalla mancanza di interventi di sistemazione ed adeguata manutenzione, si potrebbe parlare a lungo della disoccupazione giovanile e delle tasse che hanno svuotato le tasche dei cittadini e che dire di coloro che non sanno più cosa mettere a tavola per fare mangiare i propri bambini? Basta con queste sterili discussioni da pre-campagna elettorale per occupare un posto sui quotidiani e una volta per tutte questa classe politica avolese agisca per la risoluzione di almeno una parte di questi gravi problemi oppure se ne vada a casa“.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo