In tendenza

Avola, ritrovata la campana rubata dalla chiesa della Madonna delle Grazie

Purtroppo è stata fatta a pezzi dal ladro ed è inutilizzabile

Una delle due campane ritrovate a seguito dell’attività investigativa svolta dal commissariato di pubblica sicurezza di Noto nei  giorni scorsi è quella trafugata dalla facciata della Madonna delle Grazie lo scorso ottobre.

A riconoscerla è stato  don Giovanni Caruso “è la campana della nostra chiesa, fatta a pezzi e purtroppo inutilizzabile allo stato in cui si trova, ma a prescindere ringrazio gli agenti del commissariato di Noto intervenuti” ha dichiarato il parroco di Santa Venera, cui afferisce anche la chiesetta.

Si tratta, dunque, della vecchia campana della chiesa di via Marina della Madonna delle Grazie, trafugata da una ladro “acrobata” che si è arrampicato sulla facciata dell’edificio sacro (oggetto, tra l’altro di un recente restauro) e ha asportato il reperto.

Il gesto, che ha tanto indignato l’opinione pubblica, è stato compiuto da un  38enne prontamente denunciato per riciclaggio.

L’uomo avrebbe ricavato circa 300 euro dalla vendita dei pezzi delle due campane in ottone (l’altra è stata trafugata a Noto). La campana della Madonna delle Grazie è stata, infatti, sezionata in una decina di pezzi. Ciò che resta è stato sequestrato e riconsegnato alla diocesi. Purtroppo risulta del tutto inutilizzabile allo stato.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo