In tendenza

Avola, ricettazione e falsificazione strumenti di pagamento: 39enne assolto dal Tribunale aretuseo

In concorso con un altro soggetto

Sentenza di assoluzione per “non avete commesso il fatto” per un soggetto avolese G.F. , classe ’83, pregiudicato per reati contro il patrimonio ad oggi detenuto per  altro processo presso la casa circondariale di Siracusa.
Ad emettere la sentenza di “non doversi procedere per non avere commesso il fatto” è stato il Gup del tribunale di Siracusa  Alligo, che a seguito delle argomentazioni sostenute dalla difesa, patrocinata dall’avvocato Natale Vaccarisi, ha emesso una sentenza pre dibattimentale.
Il G.F. era chiamato a rispondere del reato di ricettazione e indebito utilizzo e falsificazione di strumenti di pagamento diversi dai contanti, in concorso con altro soggetto, N.S. classe 74, anch’esso pregiudicato difeso dall’avvocato Antonino Campisi
Il giudice aretuseo ha  stralciato la posizione per il G. F., emettendo sentenza assolutoria e rinviato invece a giudizio
N.S. che dovrà comparire avanti al tribunale in composizione monocratica e sottoporsi al vaglio del giudice del dibattimento.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo