Avola, “Processo Eclipse”: Borrometi conferma di avere subito minacce di morte da Paolo Zuppardo

Zuppardo avrebbe minacciato il giornalista per un articolo scritto nel 2017

Il giornalista, costituitosi parte civile nel procedimento contro l’avolese Zuppardo (che lo avrebbe minacciato di morte dopo la pubblicazione di un articolo sulle attività illecite ad Avola) è stato ascoltato dai giudici della Corte di Assise di Siracusa che celebrano il processo “Eclipse” che riguarda, nello specifico mafia, estorsioni, droga ed armi ad Avola. Paolo Zuppardo, 43 anni, avolese, ritenuto elemento di spicco del gruppo criminale vicino al clan mafioso Crapula di Avola, deve rispondere nei confronti del giornalista di tentata violenza privata, minacce di morte aggravata dal metodo e dall’appartenenza mafiosa. Nel 2017 aveva così commentato il pezzo scritto da Borrometi:“Ad Avola non esiste né mafia, né delinquenza, è tutta una tua illusione… io non minaccio ma visto che sei così ti faccio finire male
Nel processo Eclipse, Paolo Zuppardo è imputato insieme ad altre sei persone.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo