Avola, primo appuntamento al teatro Garibaldi: sul palco Ugo Mazzei

Una stagione ricca, con un cartellone eterogeneo

Al via la nuova stagione del Teatro Garibaldi di Avola: domani sul palco Ugo Mazzei in “solo per una notte”. Le canzoni di Riccardo Cocciante, Francesco De Gregori, Lucio Battisti, Gianni Bella,Pino Daniele, Claudio Baglioni, Pino Mango, Fabrizio De André, in uno spettacolo coinvolgente. Ugo Mazzei, accompagnato da Rosario Bella porta al Garibaldi una serie di canzoni che hanno segnato momenti importanti della vita di ciascuno di noi. La notte, un ragazzo, la radio. E mentre la città dorme il ragazzo si lascia catturare dalla musica d’autore che notte dopo notte accompagnerà la sua crescita artistica. Parte così il nuovo cartellone del teatro cittadino.

Un punto di riferimento per la produzione e programmazione teatrale della provincia, sia per gli artisti ospitati molto famosi che per quelli  giovani, meno conosciuti, ma altrettanto bravi – dice il primo cittadino Cannata – Il nostro Teatro, pur mantenendo una sua identità ben precisa, ha continuato ad evolversi, cercando di assecondare i mutamenti della società, le esigenze di un pubblico appassionato e curioso. Sforzi ripagati, considerando il numero di spettatori e partecipanti, palesemente dimostrato dalla campagna abbonamenti, che vede numeri importanti, da tutto esaurito, con la grande soddisfazione di chi ha creduto a questo nuovo modello di offerta culturale”. Una stagione ricca, con appuntamenti eterogenei selezionati dalla direzione artistica, riconfermata in toto anche per quest’anno.

Si è rafforzato, in questi anni il rapporto di reciproca stima e fiducia tra l’Amministrazione e la direzione artistica nuovamente affidata all’attrice Tatiana Alescio, mentre del Comitato di Gestione fanno parte Ivana Bordonaro, Giuseppe Campisi, Simona Loreto, Salvo Guastella, Cristina Li Gioi e Francesca Parisi – continua Cannata – L’incoraggiante risposta del nostro pubblico, che è in costante aumento, stimola  una proposta sempre di più elevata qualità artistica e professionale, che vede l’alternarsi di spettacoli molto impegnati con altri più popolari ma altrettanto interessanti ed innovativi

La quinta stagione presenta 15 titoli in programma, 7 fanno parte del segmento dedicato agli spettacoli di prosa, gli altri 7 sono quelli che fanno parte del segmento dedicato agli spettacoli musicali e uno spettacolo fuori abbonamento.

Anche quest’anno spettacoli, dunque, che diventano una lente di ingrandimento sulla società, sproni di ricerca interiore, performance che sappiano indurre domande nello spettatore, ma sappiano anche distrarlo donandogli una serata di spensieratezza attraverso uno svago raffinato – conclude Cannata –  Possiamo dire che il nostro lavoro è proiettato verso uno spettatore che vada a teatro per il piacere del teatro e non esclusivamente legato al nome di maggiore richiamo in cartellone. Uno spettatore che creda nel potere del teatro, nella sua funzione civica e sociale, che valorizzi ogni rassegna teatrale come un piccolo tesoro da portarsi dietro. E noi con voi siamo pronti a goderci i meravigliosi momenti che questa attesa stagione saprà riservarci”. Un progetto, quello del teatro Garibaldi, che cresce di anno in anno.

Ai nastri di partenza la nuova sfida del Teatro Garibaldi che già non manca di ripagarci con un notevole incremento di abbonamenti – dice il direttore Tatiana Alescio – La società ci dimostra, dunque, inequivocabilmente, che al di là della televisione e del cinema, ha bisogno di vivere esperienze artistiche “dal vivo”, espresse al presente, capaci di trasformare lo spettatore in soggetto sociale attivo. Un’ alternanza di pro, ma anche luogo di sperimentazione nel rispetto dell’imprescindibile funzione estetica e didattica.”


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo