Avola, nuova stretta del governo per contenere la pandemia di coronavirus: chiudono anche i negozi

Garantiti servizi essenziali

L’Italia sta dando prova di essere una grande nazione unita e responsabile. Ci stanno guardando per i numeri ma anche perché stiamo dando grande prova e siamo esempio di comunità che vuole vincere pandermia.

Siamo il primo Paese che è stato colpito in Europa più duramente, siamo quelli che stanno reagendo con più forza“. Sono le parole che, poco fa, il premier Conte ha rivolto alla Nazione, annunciando una nuova (e più pesante) stretta per contenere quella che ora viene definita non più epidemia ma pandemia da coronavirus. Quindi, ha elencato le nuove misure.

Saranno chiusi tutti i negozi tranne quelli per i beni di prima necessità, come farmacie e alimentari. Resta consentita la consegna a domicilio. Le industrie resteranno aperte ma con misure di sicurezza. Saranno garantiti i trasporti e le attività agricole“. Conte annuncia la nomina di un commissario per le terapie intensive con “ampi poteri”: Domenico Arcuri. E chiude: “Restiamo distanti oggi per abbracciarci domani“.

Restano garantiti i servizi pubblici trasporti e pubblica utilità, bancari, assicurativi, postali e finanziari, settore zootecnico e filiere. Spostamenti da casa solo per  assoluta necessità, per lavoro o per motivi di salute

 


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo