Avola, nasce “Italia viva” e punta alle prossime elezioni amministrative

Nino Amato lancia la sua candidatura a sindaco della città

Il consigliere di opposizione Nino Amato (e con lui altri iscritti) lascia il Pd per approdare al nuovo partito di Matteo Renzi. Sta così per iniziare il percorso di “Italia Viva” anche ad Avola. È quanto emerso ieri, durante una conferenza stampa, in cui alcuni esponenti avolesi hanno comunicato la volontà di uscire dal partito democratico per aderire al partito fondato poche settimane fa da Matteo Renzi.

Uno “strappo” che, comunque, lascia aperta la possibilità di collaborazione con gli ex compagni di partito. “Non si tratta di una rottura con chi è rimasto nel gruppo PD Avola, che resta un nostro interlocutore – dichiara Amato – semplicemente io ed alcuni altri abbiamo aderito a questo nuovo percorso politico che a livello provinciale vede il coinvolgimento dell’onorevole Giovanni Cafeo. Italia Viva è la vera casa nazionale dei moderati, nata con l’obiettivo, appunto di aggregare le forze moderate in campo”.

Prossimo obiettivo locale, le amministrative del 2022 in cui scenderà in campo il nuovo soggetto politico con un ambizioso progetto di “governance”. Amato, infatti, dichiara ufficialmente di presentare la sua candidatura a sindaco. “Un momento delicato per Avola. A prescindere dall’esito del lavoro della commissione prefettizia – continua Amato – che, come ho già avuto modo di dire, mi auguro che non porti allo scioglimento del Comune e del consiglio cittadino, perché sarebbe un enorme danno per la città, la scadenza del 2022 porterà a nuove elezioni e già oggi, ufficialmente, dichiaro di presentare la mia candidatura come sindaco per le prossime amministrative”.

Un gruppo che nasce con le adesioni, tra gli altri, di da Verdiana Cassarisi, Venera Passarello, Patrizia Brundo (già candidata a sindaco della città), Umberto Caruso, Guglielmo Saviotto, Giovanni Sessa, Paolo Artale, Corrado Fratantonio. Entro l’anno, il gruppo di “Italia Viva” annuncia che sarà convocata la prima assemblea costitutiva con ex iscritti PD ma anche volti nuovi che hanno già manifestato la volontà di aderire al nuovo progetto. “Anche dei consiglieri di maggioranza hanno detto di essere disponibili a seguire questa nuova formazione politica, nel momento in cui avvieremo la fase costituente” aggiunge Amato.

Aderiamo tutti a un progetto dedicato al territorio  – dichiara Guglielmo Saviotto, ex dirigente Pd confluito nella nuova squadra  – che punta sui giovani e sulle donne. Vogliamo interrompere la linea politica attuale iniziando un nuovo discorso. La squadra è in fase di crescita e ne daremo dimostrazione con la costituente. Ad Avola Italia viva c’è e si presenta alla città”.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo