Avola, mobilità garantita: il Comune apre alle associazioni l’affidamento del servizio

Il taxi sociale, attrezzato per i diversamente abili e dotato  di pedana mobile e di tutte le attrezzature per il trasporto sicuro di tutti, continua a essere fruibile grazie alla generosità di numerosi sponsor

Un “taxi” al servizio di tante famiglie che, per vari motivi, hanno difficoltà a gestire il trasporto dei propri cari diversamente abili, nei centri di cura, nei centri di terapia, alle visite mediche, ma anche nei luoghi di attività ludico- ricreative. È il progetto di mobilità garantita del Comune che,   nell’ultimo triennio (ma con una fase sperimentale precedente, anche quella con un ottimo riscontro) è stato utilizzato da numerosi cittadini. Il taxi sociale, attrezzato per i diversamente abili e dotato  di pedana mobile e di tutte le attrezzature per il trasporto sicuro di tutti, continua a essere fruibile grazie alla generosità di numerosi sponsor (soprattutto piccole e medie imprese avolesi).

L’amministrazione comunale ha, dunque, verificato “la bontà e l’utilità del servizio”, come si legge in un avviso pubblicato sul portale istituzionale dell’ente, e ha previsto la possibilità di affidare ad associazioni e organizzazioni  interessate il servizio di mobilità garantita per potenziare ancor di più tale servizio. L’amministrazione comunale potrà concludere un contratto di comodato d’uso gratuito con una durata minima di due anni (ma una durata diversa potrà essere eventualmente concordata tra le parti).


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo