Avola, malore in mare: turista argentino salvato dai bagnini

Cristian Di Pietro e Damiano Mazzone sono intervenuti per salvare la vita a un anziano colto da malore

A distanza di poche settimane da un altro intervento, i bagnini del lido della spiaggia avolese di Piccio sono stati protagonisti di un salvataggio in mare. Pochi giorni fa, i due bagnini del lido Joy Beach, Cristian Di Pietro e Damiano Mazzone, sono intervenuti per salvare un anziano turista argentino, colto da malore mentre nuotava. Sono state le grida da parte di alcuni bagnanti presenti sulla battigia ad allertare Cristian e Damiano. Il settantaquattrenne, turista proveniente da Buenos Aires, infatti, era in evidente difficoltà.

L’uomo, ad Avola per qualche giorno di riposo, si è improvvisamente sentito male in acqua. Ad accorgersi della situazione di pericolo sono stati i suoi amici. “Abbiamo capito subito la gravità della situazione – dice Cristian – c’era questo signore anziano a pancia in giù, sorretto dagli amici con cui stava facendo il bagno. Ci siamo tuffati subito”.

L’uomo, privo di sensi, si trovava a circa 30 metri dalla battigia e presentava un insano colorito biancastro. “Lo abbiamo afferrato e insieme con il signor Salvatore Restuccia, lo abbiamo riportato  riva – continua Cristian – dove ha ripreso conoscenza, ma era ancora in evidente stato di difficoltà. Lo abbiamo, dunque, messo in posizione di sicurezza, apportando tutte le manovre previste dal primo soccorso, applicando anche il saturimetro”.

Il battito dell’uomo, a quanto pare, era parecchio accelerato. Sul posto è giunto il medico Giuseppe Butera, cliente del lido Joy Beach, che si è accertato delle condizioni del malcapitato, che, tossendo, espelleva acqua mista a sangue. Necessario, dunque, l’intervento del 118.

L’uomo è ancora ricoverato al Di Maria di Avola, dove gli è stata applicata una sonda per far defluire l’acqua dai polmoni. Non si conosce, al momento, la natura del malore.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo