Avola, la fase 2 parte anche da… una messa in piega!

Le linee guida definitive sono uscite a poche ore dall'apertura

Ripartenza anche ad Avola, con tanti clienti, per parrucchieri ed estetisti che da lunedì, in buona parte, hanno riaperto le attività, seguendo i protocolli imposti dall’ultimo decreto ministeriale, per poter lavorare  in sicurezza.

Nello specifico, gli spazi all’interno dei negozi di estetisti e parrucchieri sono stati riorganizzati in modo che tra le singole postazioni di lavoro e tra i clienti ci sia almeno 1 metro di separazione. I clienti possono restare all’interno dei locali solo per il tempo necessario per ricevere servizi o trattamenti. Indispensabili, poi, guanti e mascherine, “dispositivi a cui tutti, ormai, ci siamo abituati in questi due mesi di emergenza” dice Katia, la titolare di una sala di acconciature.

Non solo: naturalmente un’attenzione specifica va posta alla sanificazione di locali e attrezzature “ogni oggetto che utilizzo su una cliente, viene igienizzato immediatamente dopo,  così come le postazioni di lavaggio e asciugatura – continua Katia – Per sicurezza, poi, lavoro solo previo appuntamento telefonico, nominativo e indirizzo dei clienti resta in archivio per 15 giorni” .  Un po’ di incertezza ha caratterizzato l’inizio di questa Fase 2, “perché le linee guida definitive sono uscite praticamente a ridosso dell’apertura, costringendo noi professionisti a fare salti mortali pur di aprire in sicurezza e  nel rispetto delle norme – conclude Katia –  ma la gioia più grande è stata rivedere e coccolare le mie clienti,il rapporto fiduciario con loro si è ulteriormente rinsaldato


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo