Fase 3, in Sicilia stop all’obbligo distanziamento per i passeggeri sui bus

Avola, incendio lambisce il canile: tutti in salvo gli ospiti a quattro zampe

Tutti in salvo gli ospiti, grazie alla prontezza di riflessi di volontari e operai del Ccr

Poteva essere una strage per gli ospiti a quattro zampe del canile comunale. Solo un caso fortuito e la veloce organizzazione delle operazioni di soccorso, coordinate dai volontari, ha evitato il peggio per i cani che si trovano nei box della struttura avolese. L’incendio che ieri ha interessato l’area a ridosso del Ccr ha, infatti, lambito da vicino il rifugio sanitario. Ad accorgersi delle fiamme che iniziavano a divampare sempre più, alimentate dalle sterpaglie, una volontaria dell’associazione “Canisciolti” che ieri si trovava per caso al rifugio.

Resasi conto del pericolo, ha dato l’allarme ai vigili del fuoco e, allo stesso tempo, ha chiamato a raccolta con un appello sui social anche gli altri volontari che si sono precipitati sul posto, assieme agli operai del vicino ufficio “Ecologia” e Ccr del Comune. In attesa che arrivassero i soccorsi, tutti insieme hanno cercato di contenere le fiamme con mezzi di fortuna, tra cui “pompe” di acqua e hanno messo in sicurezza i cani. L’incendio, infatti, stava per raggiungere i box dove in quel momento erano ospitati circa 16 cani. Con grande prontezza e nervi saldi, il faticoso lavoro, reso ancora più difficile dalle torride temperature di ieri, ha premiato i volontari e gli operai che sono riusciti a contenere le fiamme fino all’arrivo dei vigili del Fuoco di Noto.

Non è il primo episodio simile occorso al rifugio. Anche nel 2015 un incendio ha minacciato da vicino la struttura, che si trova fuori dal centro abitato. Fanno sapere i volontari che già nei mesi scorsi era stata fatta richiesta al Comune per un intervento di potatura e scerbamento al fine di liberare il terreno vicino dalle sterpaglie, ma che ancora si era in attesa che iniziassero le operazioni.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo