In tendenza

Avola, inaugurata la mostra dedicata alle “donne costituenti”

L'evento è curato da Fidapa e Toponomastica Femminile

Fino al 20 luglio, in sala Frateantonio (piano terra del Municipio) è possibile visitare una esposizione storico/fotografica curata da “Toponomastica Femminile” e sostenuta da “Fidapa”. L’evento, patrocinato dal Comune, è nato per tener viva la memoria delle 21 donne “Madri della Costituzione”, le donne che hanno avuto un ruolo chiave nella neonata Repubblica Italiana. L’Italia, infatti, fu uno degli ultimi paesi a concedere il diritto di voto alle donne e nel 1946, quando fu eletta l’Assemblea Costituente, su 556 membri ne furono elette 21: 9 della Democrazia Cristiana, 9 del Partito Comunista, 2 del Partito Socialista e 1 dell’Uomo qualunque.

Anche se di diversa estrazione politica, in più occasioni queste 21, combattive “Madri costituenti” per difendere, salvaguardare, innovare la posizione della donna, trovarono sempre un asse comune.  All’inaugurazione della mostra erano presenti l’assessore alla Cultura Simona Caldararo, Luciana Tiralongo, presidente Fidapa e Venera Parisi di “Toponomastica femminile”, oltre alle socie delle associazioni promotrici. A ottobre la mostra diventerà itinerante, con tappe negli istituti scolastici di Avola e Noto.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo