Avola, in auto con 2,4 kg di marijuana: 55enne ai domiciliari

La Procura della Repubblica aretusea aveva richiesto per Piccione la custodia in carcere

Ha ottenuto di rimanere agli arresti domiciliari Salvatore Piccione, classe 1965, a seguito della convalida dell’arresto (avvenuta con udienza da remoto per le norme anti contagio) avanti al giudice monocratico del Tribunale di Siracusa, Liborio Mazziotta. Piccione è stato arrestato, pochi giorni fa, dagli agenti della Squadra mobile di Siracusa e dai colleghi del commissariato di Avola con l’accusa di detenzione di 2,4 Kg di marijuana ai fini di spaccio.

La Procura della Repubblica aretusea ha richiesto per Piccione la custodia in carcere.

Il giudice, nell’applicare la misura domiciliare, ha dato risalto alle argomentazioni del difensore di Piccione, l’avvocato Natale Vaccarisi, che ha posto l’attenzione sulla mancanza di esigenze cautelari di rilevante gravità, atteso che il suo assistito risulta gravato da precedenti penali ma molto datati nel tempo, facendo leva anche sulla giurisprudenza in ordine alla custodia cautelare in carcere come extrema ratio.

Piccione, durante l’interrogatorio, non ha risposto alle domande avvalendosi della facoltà di non rispondere.

Il processo direttissimo, a seguito del termine a difesa richiesto, sarà adesso celebrato avanti allo stesso giudice il prossimo 29 maggio.

In quella sede la difesa scioglierà la riserva su un eventuale richiesta di rito alternativo.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo