In tendenza

Avola, il bilancio di previsione diventa esecutivo: l’atto approvato ieri dal Consiglio comunale

I Revisori, nei giorni scorsi, avevano invitato il consiglio ad adottare le misure necessarie per incrementare le entrate delle imposte e tasse locali e recuperare le morosità per superare l’eccessivo debito da sentenze del passato

Approvato ieri dal civico consesso il bilancio comunale, dopo, naturalmente, l’ok anche da parte del Collegio dei Revisori dei Conti. L’organo composto da Salvatore Licciardi, Filippo Lipari e Orazio Mario Di Bartolo, infatti, ha espresso parere favorevole al Bilancio di previsione 2021-2023 a seguito dell’ultima delibera di Giunta. Adesso l’atto è esecutivo.

I Revisori, nei giorni scorsi, avevano invitato il consiglio ad adottare le misure necessarie per incrementare le entrate delle imposte e tasse locali e recuperare le morosità per superare l’eccessivo debito da sentenze del passato (come, ad esempio, quelle particolarmente gravose relative ai lavori per  la circonvallazione). Ciò portava l’ente, infatti, a ricorrere continuamente alle anticipazioni di cassa.

Il bilancio adesso in ogni caso rispetta il pareggio finanziario e il Comune ha un indebitamento che è in diminuzione: nello specifico da circa 8 milioni nel 2021, scende a circa 7,8 nel 2022 e a circa 7,5 nel 2023, nonostante le passività potenziali per oltre 7 milioni di euro derivanti da sentenze per lavori risalenti addirittura agli anni ’80 del secolo scorso.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo