Avola, giornata internazionale contro la violenza sulle donne: tavola rotonda al De Amicis

Presente  Tea Romano, presidente del centro antiviolenza Doride per la rassegna "Donne in cammino"

Al De Amicis una tavola rotonda sulle buone prassi, in tema di violenza di genere. Ancora una volta, dopo il riscontro positivo del progetto in tandem con la scuola Verga di Siracusa, al I circolo didattico si torna a parlare di violenza sulle donne.

L’occasione è stato un convegno “in rosa” (tutte le relatrici, infatti, erano donne) ieri al plesso Lido. Tanti i temi trattati: la necessità di combattere gli stereotipi sin dalla più tenera età, i progetti dedicati alla parità in seno alle scuole (sopratutto primarie) fino alle attività dei centri antiviolenza. Una delle relatrici era proprio Tea Romano, presidente del centro antiviolenza di Avola, Doride.

“La violenza sulle donne, che può essere anche psicologica e economica, nasce da un problema culturale – ha detto Romano – ben vengano i progetti di sensibilizzazione a questo delicato tema sin dalla più tenera età in cui le iniziative devono necessariamente mirare a educare al rispetto delle donne”.

Abbiamo orgogliosamente sviluppato il progetto “Scarpette rosse”, che ha ricevuto la segnalazione di eccellenza “Basile” e che ha, appunto, la finalità , anche con i video e il cortometraggio dal titolo “ Donna in Rete”, di prevenire il femminicidio aiutando consapevolmente i bambini a riflettere e capire il fenomeno della violenza sulle donne – ha detto la dirigente Stancanelli – un progetto condiviso e apprezzato anche a Novara, al convegno Wetoo dedicato alla parità di genere”.

Tra gli interventi, moderati da Carmela Fiorile, anche quello dell’avvocatessa Serena Lazzaro e di Luciana Tiralongo, past president di Fidapa e socia di Toponomastica femminile, l’associazione che, in questi giorni al Majorana ha organizzato una mostra sulle 21 madri della costituzione.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo