Avola, fase 3: comune, attività produttive e associazioni in videoconferenza per affrontare la ripartenza

Avviare un tavolo permanente per un aggiornamento costante e continuo tra le parti

Una videoconferenza con i rappresentanti dei lavoratori e delle imprese per un confronto sulle problematiche produttive e sociali e affrontare al meglio la ripartenza. Erano  20, tra imprenditori, rappresentanti di lavoratori (di diverse categorie, dal settore produttivo e agricolo ai lavoratori del comparto turistico) e associazioni del territorio, a dialogare ieri sera, rigorosamente in streaming, con il primo cittadino Luca Cannata e con l’assessore al Turismo Giuseppe Costanzo.

L’interesse sia dell’amministrazione sia di Cisl, Uil, Ugl, Cgil, Coldiretti, Cna, Confartigianato, rete imprese turistiche Avola tra mare & canyon, opi, puntato principalmente alle problematiche relative al lungo stop forzato dovuto alle misure anti contagio che hanno paralizzato diversi settori, dal commercio all’agricoltura. Si è parlato delle iniziative messe in campo dall’amministrazione comunale, come il differimento per la riscossione dei tributi locali e la concessione di suolo pubblico per le attività e della riduzione della Tari, della Tosap, del suolo pubblico e del servizio idrico per tutto il 2020 anche per le utenze private.

Si parlato, inoltre, della prossima stagione balneare e dei protocolli ai quali bisognerà attenersi. Nelle intenzioni di tutte le parti in campo, c’è quella di avviare un tavolo permanente per un aggiornamento costante e continuo in merito agli sviluppi per le attività produttive e più in generale per le partite iva, alla luce delle decisioni che saranno assunte nella fase 3 dal governo nazionale e regionale.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo