In tendenza

Avola, esce il volume fotografico “il presepio vivente di Avola antica”

La raccolta è curata da una veneta, Marilisa Rizzetto, che ha visitato la manifestazione nel 2018

Una bella iniziativa dedicata ad una tradizione avolese che porta la firma di una veneta. Marilisa Rizzetto, jesolana, due anni fa ha visitato il famoso “presepe vivente” di Avola Antica e ne è rimasta talmente affascinata da decidere di pubblicare un libro contenente le decine di fotografie scattate in quei giorni.

Il volume “Il presepio vivente di Avola Antica”, tradotto in inglese, francese e tedesco, è disponibile sia in versione cartacea sia kindle e  raccoglie il meglio dell’evento che richiama ogni anno, nel cuore della Riserva Naturale Orientata di Cavagrande del Cassibile, migliaia di visitatori da ogni parte del Mondo.

Il presepe di Avola Antica, tradizione ormai consolidata delle feste natalizie, naturalmente quest’anno, a causa delle restrizioni per contenere il contagio da covid 19, non potrà avere luogo. La raccolta di Rizzetto in  quest’anno di stop forzato, può, dunque, contribuire a far conoscere  la tradizione, la storia e i sapori tipici del  territorio ibleo, gli elementi che caratterizzano da sempre la manifestazione.

Ci si potrà immergere, anche se solo “virtualmente” nella magica atmosfera natalizia del presepe di Avola Antica dove le casette sono dislocate lungo un percorso che ricrea un vero villaggio e che conduce i visitatori in un viaggio nel tempo fino alla grotta della Natività. Nel villaggio, i figuranti che animano le varie botteghe interpretano il ruolo di lavoratori degli antichi mestieri. Rizzetto ha anche lanciato un hashtag dedicato: #ilpresepiodiavolagirailmondoinunclick  e creato una pagina facebook.

L’obiettivo è quello di fare conoscere ovunque questa bella e valida tradizione avolese, in attesa che presto si possa tornare ad organizzarla dal vivo.

La prima copia è stata venduta in Brasile – racconta l’autrice –  Sfogliando le foto che avevo scattato all’originalissimo presepio vivente di Avola antica, mi è venuta l’idea di raccoglierle in un libro. Un viaggio nell’ospitalità siciliana di un tempo che causa COVID 19 tanti turisti da tutto il mondo sono costretti a rinunciare. Attraverso queste semplici foto e brevi racconti grandi e piccini potranno vivere e rivivere in un modo diverso questo magico scenario avolese. E sì, non si tratta del solito mare cristallino o di qualche sfiziosita’ gastronomica della Trinacria, ma di qualcosa che anche nel tempo resta nel cuore di chi ha avuto la fortuna di incontrare. Buona lettura a tutti ovunque voi siate.”


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo