Avola, don Fortunato di Noto nominato Vicario Episcopale per il disagio sociale e la fragilità dal vescovo Staglianó

La nomina comunicata durante l’inaugurazione del Polo Formativo ed Educativo di Meter onlus a Pachino davanti a più di 500 persone

Vi comunico, ufficialmente, che ho nominato Vicario Episcopale per il disagio sociale e la fragilità, don Fortunato Di Noto, in considerazione del fatto che, non tanto per le chiacchere che tanti fanno senza operare, ma per la concreta opera e opere che di fatto don Fortunato e Meter sta compiendo in Italia e nel mondo, concretamente con immensi sacrifici ma con indefessa determinazione. Un esempio. Questo settore, della fragilità, in considerazione della complessità in cui versano i bambini, le persone vulnerabili e fragili doveva essere in Diocesi più autorevolmente servito, oltre al già Ufficio diocesano per la fragilità. Per questa ragione ho creato e nominato Vicario Episcopale questo mio e vostro sacerdote, a servizio di tutti e di tanti. Non dimenticarti che ci saranno anche le persecuzioni”. Con queste parole il vescovo della Diocesi di Noto, mons Antonio Staglianò, ha deciso di nominare vicario episcopale don Fortunato di Noto.

Che ha voluto dire solo un grazie e “se tutto è per aiutare e salvare tante vite dal male, accolgo questa nomina con umiltà e servizio. La mia vita è molto costellata di persecuzioni, ma ne vale la pena e la fatica, sempre se si tratta di difendere e aiutare chi è il più debole tra i deboli. Non posso permettere, pur consapevole, che il male cresce nello stesso campo, con il bene, che un piccolo, un fragile venga calpestato, violato, maltrattato”.

Il Vescovo Mons. Antonio Staglianò lo ha comunicato ufficialmente (anche se la nomina è del 1 ottobre scorso) durante l’inaugurazione del Polo Formativo ed Educativo di Meter onlus a Pachino davanti a più di 500 persone convenute per l’evento con la presenza di autorità civili, militari, politiche della Provincia aretusea e di altre città siciliane.

Il Polo per la Formazione ed Educazione, è uno spazio armonico multidisciplinare dotato di sale attrezzate ed equiparate ad alti standard tecnici e funzionali. Una superficie interna di oltre 1.500 mq ed un’area esterna di 10.500 mq con una chiara attività di servizi correlati e strutturati tra di loro per dare risposte di aiuto a tutte le esigenze sociali ed ecclesiali. Le attività formative del Polo sono seguite dalle figure professionali di Meter e si avvalgono anche di collaboratori di Enti Statali e Privati di notevole importanza. Il Polo si erge per formare risorse umane di alto profilo, per arginare e rispondere alle problematiche sociali nell’ambito dell’infanzia, dell’adolescenza e della famiglia. Le attività sono studiate ed elaborate per tutti gli interessi sociali.

Per Meter onlus è un ulteriore incoraggiamento ad andare avanti con vigore e forza sulla strada intrapresa. Grazie alla generosità della Congregazione Religiosa Suore Adoratrici del Beato Francesco Spinelli, Meter prosegue l’importante impegno intrapreso a beneficio del territorio siciliano, nazionale e internazionale, per l’infanzia, l’adolescenza, le famiglie, le comunità ecclesiali, civili e sociali.

Questi i servizi forniti dal polo Meter: Formativo: Auditorium; Sala Meeting Koinonia; OS.MO.CO.P Osservatorio Mondiale Contro la Pedofilia; Sala Network Educativa; Laboratorio Risorse Umane; Redazione, Pubblicazione e Comunicazione. Educativo: Imparare Giocando; Laboratorio Musicale; Laboratorio Didattico; Laboratorio Artistico; Palestra; Ecclesiale: Cappella e Aree Spirituali. Autismo: Intervento Intensivo Precoce; Training Famiglia; Super-Autonomo, Bottega delle autonomie. Area esterna: Ampi spazi attrezzati per ritiri spirituali e scoutismo; Area polifunzionale e sportiva; Giardino didattico.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo