Fase 3, in Sicilia stop all’obbligo distanziamento per i passeggeri sui bus

Avola, dalla Sicilia alla Lombardia: un aiuto alla Croce rossa dai Carabinieri in Vespa

La sede operativa del gruppo è proprio ad Avola

Il Gruppo Fiamme in Vespa, un Gruppo Vespistico diffuso a livello nazionale, costituito esclusivamente da Carabinieri in congedo o ancora in servizio e la cui sede centrale si trova ad Avola, ha devoluto poco meno di 1000 euro alla Croce Rossa Italiana consegnando simbolicamente un assegno al comitato di Gallarate in provincia di Varese, con l’obiettivo di dare sostegno al lavoro svolto dalla Cri nella Lombardia travolta negli ultimi mesi dall’emergenza Covid 19.

L’idea arriva direttamente dal presidente e referente nazionale del gruppo Vespistico, Romeo Schiavone, che ha proposto di realizzare una patch speciale, a tema Coronavirus, messa in vendita con l’obiettivo di raccogliere fondi. A rappresentare in Lombardia il Gruppo Fiamme in Vespa vi era Claudio Ventimiglia sindaco di Golasecca, comune della provincia Varesina che ha consegnato materialmente un assegno simbolico al presidente del comitato di Gallarate della Croce Rossa Italiana, Monica Trotta.

Per compiere grandi cose, non dobbiamo solo sognare e aspettare, ma anche agire, non solo pianificare, ma anche credere in ciò che facciamo“. Questo il pensiero, da Avola, che ha accompagnato il gesto e che rispecchia in pieno l’operato del Carabiniere in questo periodo di emergenza sanitaria che vede impegnati in prima linea medici, infermieri e personale sanitario in genere. Ciò ha spinto i membri del Gruppo con in comune la passione per la Vespa, a dare un simbolico abbraccio di vicinanza nonché un piccolo contributo economico alla Croce Rossa Italiana che si sta adoperando per dare assistenza nel territorio.

Con tale motivazione i soci hanno realizzato a proprie spese una serie di patch speciali in onore degli operatori sanitari. La patch riporta la scritta “Andrà tutto bene”  e reca anche un’immagine raffigurante un’ infermiera che abbraccia lo Stivale Italiano. La Cerimonia di donazione ieri in provincia di Varese alla presenza di vari rappresentanti della Croce Rossa Italiana e di numerosi membri del Gruppo Fiamme in Vespa venuti da tutta la Regione Lombardia, che hanno consegnato l’assegno al comitato gallaratese. Donata anche una toppa commemorativa, una toppa ufficiale del Gruppo Vespistico e una mascherina dei Carabinieri.

L’iniziativa di beneficenza è una delle molte attività del club, nato nel 2017. “Con questo progetto proviamo ad accorciare le distanze che ci sono fra istituzioni e cittadini – spiega lo stesso Schiavone in una nota inviata alla Cri di Gallarate – Così da permettere all’Arma di avere un ruolo partecipativo alla vita quotidiana senza venir meno al proprio dovere istituzionale di tutela della legalità e dell’ordine“.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo