Avola, covid-19 al Di Maria: un solo positivo e 10 tamponi per i quali si attende l’esito

A lavorare sui tamponi il laboratorio avolese LC Campisi

Un solo positivo, un caso “dubbio” e ben 10 tamponi per i quali si attende (tra stasera e domani) il risultato. Questo l’aggiornamento ufficiale, confermato dal direttore dell’ospedale Avola/Noto Rosario Di Lorenzo, per quanto riguarda gli operatori sanitari dell’ospedale Di Maria e il presunto “focolaio” di covid-19.

Ieri, la notizia dei tamponi positivi di ben 12 operatori dell’ospedale avolese aveva fatto il giro della città. Notizia veicolata anche dalla Cisl con un comunicato stampa in cui si faceva riferimento addirittura a determinati reparti della struttura.

“Ad Avola la situazione è particolarmente grave. Positivi in Pediatria, un medico e un infermiere in Cardiologia, un medico e un infermiere in Rianimazione, una infermiera al Pronto Soccorso, almeno due ausiliari ed altrettanti infermieri al Trigona di Noto” è quanto si legge nel comunicato diffuso ieri a firma di Vera Carasi, segretaria provinciale Cisl, segretario generale della FP Cisl, Daniele Passanisi, e il segretario generale dei Medici Cisl, Vincenzo Romano.

La notizia dei 12 tamponi risultati positivi è stata prontamente smentita dal management Asp. Si attende, dunque, ancora l’esito di 10 tamponi in modo tale da chiarire, una volta per tutte, quanti siano effettivamente al momento gli operatori dell’ospedale positivi al covid-19.

In campo anche il laboratorio privato avolese  “L.C. Campisi” che sta effettuando le analisi sui tamponi.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo