Avola, Consiglio comunale fiume: bilancio consuntivo approvato, scintille in aula tra maggioranza e opposizione

Tanti i punti all'ordine del giorno dell'ultima seduta del civico consesso

Il Consiglio comunale torna a riunirsi, stavolta nella consueta cornice della sala “Aragona Pignatelli Cortes”, dopo due civici consessi nella sala Frateantonio per motivi di sicurezza. Circa 9 ore totali di seduta, suddivisa in due giorni consecutivi, un “consiglio fiume”, dunque, dovuto ai numerosi ordini del giorno. Su due, soprattutto, l’aula ha molto dibattuto. Attenzione puntata sul rendiconto di gestione dell’esercizio 2019, approvato, infine dall’assemblea.

Uno dei documenti fondamentali del Comune, poiché rappresenta le azioni svolte e gli obiettivi raggiunti rispetto a quanto programmato, in sostanza la sintesi espressa in valori economico finanziari degli interventi realizzati nel corso del 2019 dall’amministrazione comunale” come ha ricordato il primo cittadino Cannata. Il sindaco ha anche ribadito che la Giunta ha “operato al meglio con le risorse umane e finanziarie a disposizione, nell’interesse dell’intera comunità. Tante le attività svolte nel campo dei lavori pubblici, della sensibilità ambientale, dall’area sociale, scuola, cultura e sport, dei numerosi e mirati interventi effettuati”.

Si è poi passati all’esame dell’approvazione del “regolamento disciplinante misure preventive per sostenere il contrasto dell’evasione dei tributi locali”, altro tema caldo del consiglio comunale. L’assemblea lo ha approvato ma senza immediata esecutività.

Si è molto discusso tra maggioranza e opposizione sulla possibilità di posticipare la misura al 1 gennaio, ma è stato constatato il parere sfavorevole del collegio dei revisori dei conti. La misura, dunque, sarà effettiva dal prossimo autunno. Approvati il “Regolamento comunale per la realizzazione di reti ed impianti di comunicazione elettronica ad alta velocità” e la presa d’atto dello Statuto del Consorzio Universitario Mediterraneo Orientale (il Comune di Avola fa parte dell’Assemblea dei soci).

Scintille in aula tra l’opposizione e la maggioranza anche sulla “questione ospedale” che era oggetto di due mozioni. Una a firma dell’opposizione, con il consigliere Gaetano Sano primo firmatario (relativo all’attuazione piano di rifunzionalizzazione Ospedale unico Avola-Noto, bocciato dall’aula) e una a firma della maggioranza, con il consigliere Salvo Coletta primo firmatario sulla “Tutela immagine dell’Ospedale G. Di Maria di Avola condannando ogni forma di sciacallaggio mediatico” approvato dall’aula.

Infine, tre interrogazioni a firma del consigliere di opposizione Sebastiano Rossitto sono state rimandate alla prossima seduta del civico consesso.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo