In tendenza

Avola, conservava il metadone per rivenderlo ai suoi “clienti”: arrestato 48enne avolese

Gli agenti hanno identificato due persone, “clienti” dello spacciatore, che sono state segnalate all’Autorità Amministrativa competente per consumo di sostanze stupefacenti.

Agenti del Commissariato di Pubblica Sicurezza di Avola hanno arrestato per il reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente un avolese di 48 anni. A seguito di accurate indagini di polizia giudiziaria gli investigatori, diretti da dott. Venuto, sono riusciti a fare luce sul commercio illegale messo in atto dall’arrestato che, essendo destinatario da parte del Sert di un certo quantitativo di metadone fornitogli dall’Ente a scopo terapeutico, lo rivendeva ad alcuni tossicodipendenti insieme ad altra sostanza stupefacente.

Infatti, a seguito di una attenta perquisizione domiciliare effettuata a casa del quarantottenne, gli inquirenti rinvenivano e sequestravano 31 grammi di hashish di cui alcuni già suddivisi in dosi e pronte per lo spaccio e 239 flaconi di metadone, un bilancino di precisione e 270 euro in contanti, probabile provento dell’attività di spaccio.

Al termine delle incombenza di legge l’arrestato è stato condotto in carcere. Nel medesimo contesto operativo, gli agenti hanno identificato due persone, “clienti” dello spacciatore, che sono state segnalate all’Autorità Amministrativa competente per consumo di sostanze stupefacenti.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo