Avola, conferita la cittadinanza onoraria alla senatrice Liliana Segre

La proposta era stata avanzata da un gruppo di consiglieri di opposizione

Il Comune di Avola conferisce la cittadinanza onoraria alla senatrice a vita Liliana Segre: approvata  la delibera sindacale di conferimento. La proposta  era stato avanzata nelle scorse settimane da un gruppo di consiglieri di opposizione (Nuccio Inturri, Gaetano Sano, Seby Rossitto, Fabrizio Alia, Stefania Caldarella, Francesco Tardonato e Giuseppe Caruso) e sostenuta pienamente dal primo cittadino Luca Cannata. Quest’ultimo è stato tra i promotori della “marcia dei sindaci” di Milano, la manifestazione, organizzata per sostenere proprio la senatrice Segre contro l’odio e il razzismo, che ha visto la partecipazione di oltre 600 sindaci da tutta Italia.

Anche Avola da oggi rientra nel novero delle città italiane che hanno deciso di conferire la cittadinanza onoraria alla senatrice che ha dedicato la sua vita a lottare contro il razzismo e l’antisemitismo e a promuovere i diritti umani.

Un “sì”  pieno, dunque, con la seguente motivazione: “persona saggia e mite, attiva testimone della Shoah che di recente è stata vittima di minacce e attacchi che mortificano la sensibilità umana e democratica. Ritenuto doveroso rendere merito a tutte quelle persone illustri che si contraddistinguono per l’opera e la diffusione dei diritti umani e contro qualsiasi forma di discriminazione”.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo