Avola, cantieri irregolari. Il Comune replica ai sindacati: “chiesto agli uffici di intervenire”

L'amministrazione, che ha avviato le opportune verifiche, è aperta a valutare un protocollo di intesa

In merito al comunicato dei sindacati edili è opportuna una risposta in quanto il comune di Avola ha da subito sottoscritto un protocollo con la cassa edile per quanto riguarda i lavori pubblici che è in vigore già da alcuni anni e vede operare in sinergia comune e cassa edile per la tutela dei diritti dei lavoratori“.

Così il primo cittadino Luca Cannata e l’assessore ai Lavori Pubblici Massimo Grande rispondono al comunicato a firma delle tre sigle sindacali Feneal-Uil, Filca-Cisl e Fillea-Cgil, relativo alla denuncia di 17 cantieri edili irregolari. “In ogni tempo il Comune di Avola è stato aperto a ricevere tutte le istanze e suggerimenti proposti dalle parti sociali – continuano Cannata e Grande – ma chiaramente ogni protocollo deve essere condiviso per ottenere risultati senza caricare oneri solo a una parte soprattutto in una materia le cui competenze sono certamente di altri organi come previsto dalla legge, dunque sin da lunedì l’amministrazione è disponibile ad un incontro per valutare insieme il protocollo di intesa proposto definendo il ruolo di ognuno e le responsabilità e le competenze dei controlli in materia di lavoro“.

Una decisa presa di posizione del Comune, dunque, anche e sopratutto nei confronti delle situazioni oggetto di denuncia.”Nel frattempo, per quanto riguarda quanto denunciato – concludono –  abbiamo chiesto agli uffici di intervenire come già fatto altre volte con le opportune verifiche per quanto afferente all’attività concessoria dei privati furbetti e non rispettosi delle norme”


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo