In tendenza

Avola, Cantiere Popolare e Movimento civico Rigenerazione: c’è l’accordo per le amministrative

A darne notizia sono i consiglieri Fabrizio Alia e Francesco Tardonato

Continua ad Avola, a diversi mesi dalle future amministrative, il fermento politico. Nei giorni scorsi sono state ufficializzate due candidature a sindaco: quella di Corrado Loreto, che guiderà una coalizione eterogenea e quella di Fabio Cancemi, volto storico di Forza Italia nel territorio. Oggi, invece, scende in campo un nuovo movimento che nasce dall’accordo tra due forze diverse.

È stato siglato, infatti, un patto federativo e programmatico tra il gruppo dirigente di “Cantiere Popolare” e quello del movimento civico Rigenerazione; a darne comunicazione, con una nota congiunta, sono stati i consiglieri comunali avolesi del partito dei moderati, Francesco Tardonato e Fabrizio Alia, ed i coordinatori del movimento civico, Francesco Buscemi, Daniele Calvo e Francesco Fallisi, che da oggi si fanno promotori di un gruppo dirigente unico: Rigenerazione – Movimento Popolare.

La profonda conoscenza della realtà e delle criticità della città di Avola, la comune visione delle strategie d’intervento e dei valori ispiratori della politica moderata, ci hanno condotto alla decisione di proseguire insieme il percorso politico – si legge nella nota –  in previsione delle elezioni amministrative 2022, dunque, lavoreremo per presentare più liste, ma esse cammineranno parallelamente, il gruppo dirigente ed il suo portavoce saranno unici, promuoveranno il medesimo programma amministrativo, la medesima carta dei valori ed, ovviamente, il medesimo candidato sindaco”.

C’è un accordo chiaro e preciso, dunque, ma ancora non è stato espresso alcun nome come candidato alla poltrona di primo cittadino: “non ci interessa inseguire il recente moltiplicarsi di auto investiture elettorali – si legge ancora – con molta umiltà, ci permettiamo di suggerire a tutte le forze civiche e politiche presenti in città, che parlare solo di nomi di candidati o di ipotetiche coalizioni, senza prima aver redatto un serio programma amministrativo da condividere, potrebbe essere poco utile e, soprattutto, poco credibile“. Parole, evidentemente, rivolte a chi è già “sceso in campo” per le amministrative avolesi 2022.

Il nostro obiettivo è quello di contribuire a rigenerare il modello culturale, sociale, gestionale ed economico della città, ispirandolo a una nuova visione di perseguimento esclusivo del bene comune, affinché, muovendo dal punto in cui Avola è arrivata adesso, si possa iniziare a scrivere una nuova pagina, a disegnare un nuovo progetto di città per i prossimi 20 anni, puntando su due pilastri: concretezza e competenza – conclude la nota – Dallo stato dei conti pubblici comunali alla revisione della pianta organica, da un nuovo piano di investimenti infrastrutturali, al rilancio dei settori economici nevralgici della città; su questi, e tanti altri temi siamo disponibili ad incontrare e confrontarci, con serietà e sul merito delle questioni, con tutte le forze politiche e civiche presenti in città. Nei prossimi giorni è già fissato un incontro per la composizione del comitato promotore e del suo coordinamento“.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo