In tendenza

Avola, Cannata replica a Santuccio: “Chi sta bloccando ad oggi la realizzazione del porto turistico è la Regione”

Riceviamo e pubblichiamo la replica del sindaco Luca Cannata all’interrogazione presentata dal segretario cittadino del Pd Corrado Santuccio in merito al porto turistico (Leggi Qui).

Noi siamo l’amministrazione del cambiamento della città con in fatti reali e visibili a tutti. Santuccio, preoccupato per l’ennesima opera che andremo a realizzare, sproloquia. Chi sta bloccando ad oggi la realizzazione del porto turistico infatti è la Regione che ha paventato l’aumento dei canoni demaniali del 600 per cento e queste sono le motivazioni che ha messo per iscritto la società Fn progettazioni concessionaria della realizzazione. Dunque il problema è Santuccio stesso che rappresenta a livello locale chi governa alla Regione. Per trovare una soluzione e produrre i documenti mancanti, la Fn Progettazioni ha chiesto del tempo che la amministrazione insieme agli enti coinvolti nella conferenza dei servizi a partire dal genio civile, alla Soprintendenza, al demanio marittimo, alla capitaneria di porto e a tutti gli altri hanno concesso.

Ovviamente questi tempi per legge hanno un termine finale proprio perché nessuno può bloccare e precludere la possibilità ad altri di fare il porto e nello stesso tempo di riqualificare la zona dando opportunità a tutti di realizzare strutture balneari e di ristorazione creando occupazione ed economia nel rispetto delle leggi e della fruizione pubblica della spiaggia da noi valorizzata. Pertanto a questo punto le domande sorgono spontanee e le poniamo noi: Santuccio è contro il rispetto delle leggi? È d’accordo sul fatto che la società Fn progettazioni rispetti le norme e le prescrizioni visto che ormai è da più di 2 anni che sono fermi? Come mai Santuccio non interviene contro la ditta che non realizza il porto turistico? C’è qualcuno non di suo gradimento tra i soggetti che vogliono investire nella zona nel rispetto delle norme? Invitiamo sin da ora come fatto in precedenza gli organi di comunicazione a partecipare alla conferenza dei servizi così da poter informare tutti come Noi insieme agli enti competenti stiamo a differenza sua lavorando per il porto turistico e la valorizzazione di una parte della città che per anni è stata in abbandono”.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo