Avola, Cafeo sulle prossime amministrative:”il candidato a sindaco lo sceglieranno i cittadini e il partito che nascerà”

Il deputato regionale interviene sulla candidatura a sindaco annunciata dal consigliere Nino Amato

È prematuro parlare ad Avola  di elezioni amministrative. È quanto emerge dalla nota diffusa dall’onorevole Ars Giovanni Cafeo, referente provinciale del partito “Italia Viva”, neoformazione vicina a Matteo Renzi, che interviene oggi a proposito delle dichiarazioni rese dal consigliere comunale di opposizione Nino Amato. Quest’ultimo, insieme con un nutrito gruppo di “fuoriusciti” dal Pd, sezione Avola, nei giorni scorsi ha presentato ufficialmente il neonato gruppo avolese di “Italia viva” e, contestualmente, anche la sua candidatura alle elezioni amministrative del 2022. Cafeo ha accolto con positività tale nuova “avventura” politica di Nino Amato e del suo gruppo, ma ha colto l’occasione per alcune precisazioni in merito alla candidatura del consigliere a sindaco della città di Avola.

“Il passaggio ad Italia Viva di alcuni consiglieri e dirigenti del Partito democratico è senza dubbio un fatto positivo ed in continuità con un percorso avviato diversi anni fa – dichiara Cafeo – Rispetto alla conferenza stampa di sabato 16 novembre però, occorre fare alcune precisazioni per non precludere la possibilità di partire con il piede giusto, soprattutto in una comunità come quella di Avola che sta attraversando un momento di grande difficoltà per le scelte sbagliate fatte in questi anni dalla politica e dall’amministrazione”. Cafeo parla, poi, dei prossimi “step” avolesi per il gruppo di “Italia viva”.

Italia Viva è un partito plurale che ha l’ambizione di raccogliere ed aggregare i tanti delusi della politica e che sentono il bisogno di riscatto – continua Cafeo –  Ad Avola, dopo la nomina dei coordinatori provinciali che avverrà entro il mese di novembre e che saranno un uomo ed una donna, avvieremo il percorso di costituzione del circolo che dovrà essere rappresentativo di diverse realtà soprattutto della società civile

Ma i tempi, per l’onorevole Ars, non sono ancora maturi per poter avviare un discorso legato alle prossime elezioni avolesi.

Oggi ad Avola non è tempo di candidature, ma di riflessioni – conclude Cafeo –  Occorre riflettere sulla situazione politica, avviare un percorso di riconciliazione con i cittadini e soprattutto cercare di mettere in campo una proposta politica seria. L’obiettivo di Italia Viva è questo, non servono candidati ma proposte per la città e persone che hanno qualcosa da dare. I consiglieri e i dirigenti che hanno aderito a questo progetto lo hanno fatto con questa consapevolezza che deve avere la condivisione più ampia in città. Il futuro candidato a sindaco lo sceglieranno i cittadini ed il partito che nascerà”.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo