Avola, bufera Pd. In 14 chiedono l’intervento dei segretari del partito: “dimissioni di Santuccio e nuova elezione”

"Autoconvocheremo nella sede del circolo un attivo per la nomina di un coordinamento che traghetti il Partito avolese fino al congresso e affronti le imminenti elezioni regionali"

È ancora bufera all’interno del circolo Pd di Avola. Dopo che 14 esponenti hanno chiesto lo scorso mese le dimissioni del segretario Corrado Santuccio, oggi gli stessi esponenti del Pd dimissionari (Giovanni Alessi, Alessandra Barone, Massimiliano Barone Franca Blandizzi, Giuliana Busiello, Maria Concetta Calafiore, Umberto Caruso, Michele Dell’Arte Salvo Giansiracusa, Corrado Gisarella, Anna Maria Greco, Gianpaolo Greco, Salvatore Rametta Paolo Randazzo, Andrea Sangregorio, Luigi Storaci e Salvatore Vaccarella) reiterano la richiesta a pochi giorni dalla presentazione delle liste.

I firmatari del documento di sfiducia al segretario Pd Avola, Corrado Santuccio, esprimono stupore e si dicono esterrefatti del silenzio degli organismi provinciali e regionali del partito sulle questioni inerenti il circolo avolese.

Avola, cittadina di oltre 30.000 abitanti, rappresenta da sempre un centro fondamentale per le politiche regionali – si legge in una nota – Considerato anche che, essendosi dimessa più della metà dei componenti del Direttivo, si intende decaduto dalla carica anche il segretario del circolo, noi rinnoviamo la richiesta di provvedere sulla spinosa questione ai segretari provinciale, Lo Giudice, regionale, Raciti e al responsabile nazionale degli Enti Locali, Matteo Ricci, dando ad essi anche la disponibilità ad avere un incontro per ulteriori chiarimenti. Nel caso che continuino a non essere presi provvedimenti, noi firmatari facciamo sapere che autoconvocheremo nella sede del circolo un attivo per la nomina di un coordinamento che traghetti il partito avolese fino al congresso e affronti le imminenti elezioni regionali“.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo