In tendenza

Avola, bilancio di previsione 2021/2023: c’è l’ok del collegio dei revisori

Il sindaco Luca Cannata si dice però arrabbiato per aver atteso il parere dopo 57 giorni invece dei 12 canonici con il conseguente ritardo nell'erogazione dei servizi oltre alle errate informazioni che vengono date sui debiti

Via libera dal Collegio dei Revisori dei Conti al Bilancio di previsione 2021-2023. L’organo composto da Salvatore Licciardi, Filippo Lipari e Orazio Mario Di Bartolo ha espresso parere favorevole a seguito della ultima delibera di Giunta.

Adesso l’atto sarà sottoposto al vaglio e alla successiva approvazione del Consiglio comunale che i consiglieri hanno tempo di emendare entro il 15 del mese. I Revisori hanno invitato il Consiglio ad adottare le misure necessarie per incrementare le entrate delle imposte e tasse locali e recuperare le morosità per superare l’eccessivo debito da sentenze del passato e dunque il ricorso continuo alle anticipazioni di cassa.

Il bilancio adesso in ogni caso rispetta il pareggio finanziario e il Comune ha un indebitamento che è in diminuzione da circa 8 milioni nel 2021, scende a circa 7,8 nel 2022 ed a circa 7,5 nel 2023 nonostante le passività potenziali per oltre 7 milioni di euro derivanti da sentenze e lavori degli anni 80 come la circonvallazione.

Il sindaco Luca Cannata si dice però arrabbiato per aver atteso il parere dopo 57 giorni invece dei 12 canonici con il conseguente ritardo nell’erogazione dei servizi oltre alle errate informazioni che vengono date sui debiti. “Ancora una volta dimostriamo l’attenzione per quanto riguarda il bilancio comunale e il risanamento delle casse comunali infatti stiamo ancora pagando i debiti del passato come nel caso della circonvallazione ma nel frattempo abbiamo diminuito l’indebitamento generale del comune come attestato dagli atti”.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo