Avola, arresti domiciliari per i tre floridiani che rapinarono un camping a Fondo Lupo

Decisione assunta dal Gip del Tribunale di Siracusa Carmen Scapellato

Arresti domiciliari per i  floridiani Danilo Caracciolo, 23 anni, Denise Italia, 24 anni e Angelo Aglieco, 19 anni, accusati di rapina al bar di un camping di Avola in contrada Fondo Lupo. La decisione è stata assunta dal Gip Carmen Scapellato a seguito dell’udienza di convalida dell’arresto (operato pochi giorni fa dagli agenti della Squadra Mobile della Questura di Siracusa e del Commissariato di Avola). I tre, durante l’udienza, hanno ammesso gli addebiti contestati.

Caracciolo, Italia e Aglieco (sotto la minaccia di un’arma) si erano fatti consegnare dal dipendente del bar 323 euro custoditi nella cassa. Italia, inoltre, prima del colpo, si era fatta prestare il telefono dall’impiegato del bar per effettuare una telefonata, con l’accortezza  di cancellare il numero del destinatario subito dopo. La descrizione dei 3 giovani e le immagini di alcune telecamere di videosorveglianza, hanno consentito di individuare gli autori della rapina, rintracciati, mentre si trovavano a piedi vicino l’ospedale Di Maria di Avola.

Nella borsa della donna è stato trovato il denaro, frutto della rapina, poi riconsegnato al titolare dell’esercizio commerciale.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo