Avola, ancora trasgressori per le strade: c’è anche chi svolge attività fisica lontano dal quartiere di residenza

Riscontrato numerosi casi di violazione delle disposizioni impartite dal Governo

Anche ieri, malgrado la difficile contingenza sanitaria, i Carabinieri del Comando Provinciale di Siracusa hanno riscontrato numerosi casi di violazione delle disposizioni impartite dal Governo, che hanno comportato la denuncia all’Autorità Giudiziaria di varie persone per inosservanza dei provvedimenti dell’Autorità, ex art. 650 c.p.

I casi più evidenti sono avvenuti a Siracusa, Avola, Pachino, Lentini, Carlentini, dove diversi soggetti, sorpresi a circolare per le vie pubbliche o a parlare tra loro, si sono giustificati dicendo che erano stanchi di rimanere chiusi in casa ed avevano la necessità di prendere una boccata d’aria; in una via principale del capoluogo un uomo è stato controllato a fumare una sigaretta seduto su una panchina pubblica, mentre si riposava dalla sua passeggiata in bicicletta;

Nello specifico, ad Avola e Pachino, dove diversi soggetti sono stati controllati mentre circolavano con le loro autovetture senza alcuna valida motivazione. Sempre ad Avola, poi, un soggetto è stato controllato mentre effettuava attività fisica all’aperto lontano dal quartiere dove risiedeva, diverse persone portavano a spasso il proprio cane, ma in quartieri lontani dalle loro abitazioni .

I Carabinieri sensibilizzano la cittadinanza al rispetto dei decreti governativi, ricordando che nell’ultimo di essi è stato fatto divieto a tutti di spostarsi in comune diverso da quello in cui ci si trova se non per “comprovate esigenze lavorative”, “assoluta urgenza” o “motivi di salute”.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo