Avola, “a musica ra Paci”: la banda di Avola a mezzogiorno la esegue sui social

Niente "Paci" in piazza, ma la Banda non vuol interrompere la tradizione

Una Pasqua insolita oggi, senza la tradizionale “Paci”. Non ci sarà nessun appuntamento per gli avolesi,  in piazza Umberto I, con il rito dell’incontro tra Gesù risorto e la Madonna, allo scoccare di mezzogiorno. Se le parrocchie, per tutta la Quaresima, hanno comunque ovviato al lockdown utilizzando i social per le messe e le celebrazioni, non lasciando soli i propri fedeli, oggi è il turno della Banda di Avola, diretta dal Maestro Sebastiano Bell’Arte, di tenere viva la tradizione.

Alle 12 in punto, ci saremmo dovuti incontrare in piazza Umberto I per celebrare insieme la Santa Pasqua. Per le ragioni a tutti note, non sarà possibile – comunicano i musicisti, con un post su facebook – la La Banda di Avola, però, non vuole interrompere la nostra amata tradizione e per questo motivo eseguirà per voi, virtualmente, la famosa “Giocondità”, anche conosciuta come “musica ‘ra paci“”. Questa occasione, inoltre, permetterà alla Banda Musicale Città di Avola di prendere parte al contest #labandarestaacasa che coinvolge, appunto, le formazioni bandistiche nazionali. Appuntamento, quindi, sui social rigorosamente alle ore 12.00, per godere insieme di questo prezioso dono


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo